titolo
Locanda La Molara
SINDACATI  -  COLDIRETTI
Coldiretti; Salgono le "quotazioni" dei prodotti "derivati" dal maiale
01 MARZO 2021 - Ore 23:13

Dopo un mese dall’entrata in vigore dell’etichetta d’origine Made in Italy su salami, mortadella e prosciutti le quotazioni dei maiali nazionali registrano un balzo del 10% per effetto di un aumento settimanale costante in tutte le sedute delle Commissioni uniche nazionali (Cun). E’ quanto emerge da una analisi di Coldiretti in riferimento agli effetti dell’obbligo scattato il 31 Gennaio 2021 che ha impresso una decisa inversione tendenza alle quotazioni che erano crollate ai minimi per i suini pesanti tra i 160 ed i 176 chili. In Campania la consistenza del patrimonio suinicolo è pari a circa 100 mila capi, al decimo posto nazionale, così suddivisi per provincia: il 48% nel Sannio beneventano, il 28% nel Salernitano, il 15% in Irpinia, il 5% nel Casertano, il 4% nel Napoletano. Alla luce di questi risultati è necessario – afferma la Coldiretti – intensificare i controlli sugli scaffali di negozi e supermercati per garantire l’effettivo rispetto dell’obbligo di indicazione di origine su tutti i prodotti a base di carne di maiale per tutelare consumatori, allevatori e le stesse aziende di trasformazione. L’etichetta fortemente voluta dalla Coldiretti – obbliga ad indicare la provenienza della carne nei salumi e consente di smascherare l’inganno della carne straniera spacciata per italiana. Una misura importante per consumatori ed allevatori che- precisa la Coldiretti -  devono peraltro confrontarsi con il forte aumento di quelli delle materie prime per l’alimentazione degli animali che compromette la sostenibilità economica dell’attività. L’entrata in vigore dell’etichetta Made in Italy sui salumi è stata dunque – precisa la Coldiretti - un momento di svolta per i produttori italiani per effetto delle aspettative generate per la domanda di prodotti Made in Italy sugli scaffali, favorita anche spirito patriottico negli acquisti impresso dall’emergenza Covid. L’82% degli italiani con la crisi generata dalla pandemia vogliono portare in tavola prodotti Made in Italy per sostenere l’economia ed il lavoro del territorio, secondo un’indagine Coldiretti/Ixe’. La Coldiretti stima che tre prosciutti su quattro venduti in Italia siano in realtà ottenuti da carni straniere senza che questo sia stato fino ad ora esplicitato in etichetta. Il decreto sui salumi prevede – spiega Coldiretti – che i produttori indichino in maniera leggibile sulle etichette le informazioni relative a: “Paese di nascita: (nome del paese di nascita degli animali); “Paese di allevamento: (nome del paese di allevamento degli animali); “Paese di macellazione: (nome del paese in cui sono stati macellati gli animali). Quando la carne proviene da suini nati, allevati e macellati in uno o più Stati membri dell’Unione europea o extra europea, l’indicazione dell’origine può apparire nella forma: “Origine: UE”, “Origine: extra UE”, “Origine: Ue e extra UE”. E consentito lo smaltimento delle scorte fino ad esaurimento. Quando la carne proviene da suini nati, allevati e macellati nello stesso paese, l’indicazione dell’origine può apparire nella forma: “Origine: (nome del paese)”. Pe scegliere salumi ottenuti da suini nati, allevati, macellati e trasformati in Italia basterà cercate la presenza esclusiva della scritta Origine Italia o la dicitura “100% italiano”.

La lavorazione dei salumi in Campania ha una solida tradizione. Tra i prodotti agroalimentari tradizionali (PAT) riconosciuti dal Ministero per le Politiche Agricole troviamo una vasta produzione: dai capocolli, tra cui si distinguono quelli di Ricigliano e di Zungoli, la carne di suino nero di razza casertana, le cervellatine, i cicoli, il fiocco di prosciutto, la fleppa, la gelatina di maiale, il guanciale del Formicoso, il marzafecatu di Castel San Lorenzo, il mozzariello napoletano, la nnoglia di maiale, la sugna nell vescica, la pancetta arrotolata e tesa, l'orvula del Vallo di Diano, la porchetta del Sannio, il prigiotto della Valle Telesina e del Titerno, la prosciuttella della bassa Valle del Calore, i prosciutti di Casaletto, di Pietraroja, di Rocchetta, di Trevico, di Venticano e irpino, il salame Napoli, il salame di Mugnano, la salsiccia affumicata, le salsicce del Cilento, del Vallo di Diano, di polmone, fresca a punta di coltello, la salsiccia r' poc, la salsiccia rossa di Castelpoto, sotto sugna di Vairano Patenora, il samurchio, le soppressate caggianese, del Cilento, del Sannio, del Vallo di Diano, di Gioi Cilento, di Ricigliano e irpina.

 

 



Comunicato - Napoli - 01 MARZO 2021 - Ore 23:13






NEWS SINDACATI

Coldiretti; "Coda" dell'Inverno ha "gelato" pomodori e frutta Kiwi più colpiti
SINDACATI  -  COLDIRETTI
La coda dell’inverno ha colpito pesantemente i campi nell’area agricola al confine tra le province di

LEGGI NOTIZIA
Vecchione "nuovo" Segretario della CISL Irpinia-Sannio Le "prime parole"
SINDACATI  -  CISL
Dopo circa un anno e mezzo di reggenza e dopo una serie di rinvii legati alla pandemia, la Cisl Irpinia-Sannio ha il

LEGGI NOTIZIA
Coldiretti; Importante il taglio del costo del lavoro ma Draghi deve fare di più
SINDACATI  -  COLDIRETTI
E’ importante aver ottenuto il taglio del costo del lavoro ma occorre rafforzare le misure di sostegno

LEGGI NOTIZIA
Coldiretti; Distretto della Castagna e Marrone Dirigenti da Montella-Ospedaletto
SINDACATI  -  COLDIRETTI
Un piano di interventi da 200 milioni di euro con la creazione di 5.000 posti di lavoro, con un piano triennale che

LEGGI NOTIZIA
Trasporti; Fusione A.Ir. già spacchettata ed E.A.V.? La UIL sui "passaggi"
SINDACATI  -  UIL
"Leggiamo con non poco stupore che in molti si stanno angosciando per l’ipotesi di fusione, per

LEGGI NOTIZIA
Scomparsa Antonio Melchionda; Il commosso ricordo della CISL
SINDACATI  -  CISL
"E’ venuto a mancare all’affetto dei suoi cari il Dirigente Cisl e amico prof. Antonio Melchionda.

LEGGI NOTIZIA
Alimentari; Adiconsum: Inconcepibile depenalizzazione violazione norme igiene
SINDACATI  -  CISL
Il 26 Marzo verrà depenalizzato il reato che punisce con la denuncia, l’arresto, la chiusura del

LEGGI NOTIZIA
Iacovacci e Spera, UGL: Primo Sindacato alla DENSO con consensi in crescita
SINDACATI  -  UGL
“Grandissima affermazione e crescita dell’Ugl metalmeccanici nell’azienda Denso di Avellino per il

LEGGI NOTIZIA
UltimeNews


Foto
Carabinieri; Sette persone, denunciate, a vario titolo ed in concorso tra loro
CRONACA  - 
I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale, Agroalimentare e Forestale (N.I.P.A.A.F.) del Gruppo Carabinieri Forestale di Avellino hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Benevento sette persone, ritenute responsabili di abusivismo edilizio.

LEGGI NOTIZIA

Foto
Carabinieri; A Montefredane la denuncia ad un "motociclista"
CRONACA  - 
La pattuglia della Sezione Radiomobile della Compagnia dei Carabinieri di Avellino, a Montefredane, nel corso di un servizio perlustrativo, finalizzato alla verifica del rispetto delle misure per il contenimento della diffusione del Covid-19 ed alla prevenzione dei reati in genere, ha intimato

LEGGI NOTIZIA

Foto
Regione; Ciampi: De Luca compri autobus dalla IIA come fa la Raggi
ENTI  -  REGIONE CAMPANIA
Napoli. "De Luca deve  sfruttare  il decreto rilancio per rinnovare il parco autobus della Campania a costo zero, invece ignora la convenzione Consip a cui partecipa la fabbrica di Flumeri e va sul mercato". Le parole in analisi politica del Consigliere regionale, del

LEGGI NOTIZIA

Foto
Regione; Giunta alla "UE" Legge sburocratizzazione e limitazione "Abuso"
ENTI  -  REGIONE CAMPANIA
Napoli. La Giunta Regionale nella riunione di ieri, Mercoledì 14 Aprile 2021, ha approvato una proposta di Legge per il Parlamento su due temi decisivi per la sburocratizzazione del Paese e il rilancio dell’economia. Si prevede l’istituzione del risarcimento economico per

LEGGI NOTIZIA

Foto
A. Ir. Mobilità; In arrivo i primi autobus urbani ibridi
ENTI  -  A. IR. AUTOSERVIZI IRPINI
Avellino. A. Ir. Mobilità: La flotta di Air Mobilità si amplia ulteriormente. In arrivo i primi autobus urbani ibridi. Si tratta dei nuovi pullman destinati dalla Regione Campania al trasporto pubblico locale, così come previsto dal piano regionale di rinnovo del parco

LEGGI NOTIZIA