Autotrasporti Guerriero

Basket Scandone; Tutti gli "acquisti" della Sidigas Avellino, il "Lupo Felice"

Avellino. "Presentiamo" tutti gli "acquisti, ad oggi, della Scandone:

La Sidigas Scandone Avellino comunica con grande soddisfazione che è stato rinnovato l’accordo con l’atleta Hamady Ndiaye, che vestirà la canotta biancoverde anche per la prossima stagione. In Irpinia a partire dall’Estate del 2017, Ndiaye, attuale giocatore della Nazionale del Senegal, nella scorsa stagione ha dimostrato le sue qualità dentro e fuori dal campo, sia nel campionato italiano Legabasket Serie A che nella Basketball Champions League. Nel dettaglio ha preso parte a 33 match, con high di 16 punti e 12 rimbalzi in Serie A contro l’EA7 Emporio Armani Milano e di 16 punti contro l’Aris Salonicco in Champions League. Ndiaye è stato inoltre il miglior stoppatore in entrambi i campionati: sono state ben 68 le stoppate inflitte dal senegalese nella passata stagione, di cui 43 in Serie A e 25 in Champions. Nel solo campionato italiano il centro originario di Dakar ha viaggiato su una media di 19.4 minuti, 6 punti, 4.6 rimbalzi a partita e ben 2.3 stoppate date. Egualmente soddisfacenti le cifre nella Basketball Champions League, che lo ha visto collezionare oltre 5.4 punti, 18.9 minuti e 3.7 rimbalzi di media a partita, per un totale di 76 punti e 52 rimbalzi in 14 gare. Coach Nenad Vucinic sul lungo senegalese: “Un grande bentornato ad Hamady, che l’anno scorso ha dimostrato di poter essere un elemento prezioso per la squadra, nonostante l’infortunio. La sua peculiare abilità difensiva e la sua mobilità lo rendono un valore aggiunto del nostro roster: ho personalmente già allenato Ndiaye in passato (al Byblos Club in Libano nella stagione 2014/15, ndr), per cui conosco anche la sua capacità di creare la giusta chimica di squadra e sono ovviamente contento della sua riconferma”. [.c]

2) La Sidigas Scandone Avellino comunica di aver sottoscritto un accordo con l’ala grande, classe 1985, Caleb Green per la prossima stagione. Il cestista statunitense di 203 cm è il settimo innesto del roster biancoverde sotto le direttive di coach Vucinic. Caleb Green. Nato il 10 Luglio 1985 a Tulsa, Oklahoma, cresce alla High School Memorial e frequenta poi l’Università Oral Roberts giocando per quattro anni nella squadra di basket della stessa e collezionando circa 20.8 punti e 8.8 rimbalzi di media a partita nel terzo anno e 20.5 punti, 9.3 rimbalzi e 2.6 assist di media per match nell’ultimo: viene anche nominato per ben tre volte consecutive giocatore dell’anno (dal 2005 al 2007). Terminato il college, nella stagione 2007/08 si trasferisce in Europa al TBB Trier, club tedesco che milita nella Bundesliga, dove dimostra di essere all’altezza della prima esperienza al di fuori degli States: per lui una media di 17.9 punti, 6.1 rimbalzi e 2.4 assist a partita. Le quattro stagioni successive lo vedono giocare nella massima serie belga in tre club diversi: dal 2008 al 2009 con il Mons-Hainaut, con cui disputa anche l’Eurochallenge (14.9 punti, 5.9 rimbalzi con il 65.1% da due nella lega belga e 14.3 punti e 5.8 rimbalzi nella competizione europea), i due anni successivi tra le file del Basketbal Club Oostende, vincitore della Coppa del Belgio nel 2010, ed infine dal 2011 al 2012 tra quelle dello Spirou Charleroi, con cui partecipa all’Eurolega, dove colleziona 9.6 punti e 5.4 rimbalzi di media su un totale di 13 match. La stagione 2012/13 la disputa nell’Orléans Loiret Basket, confrontandosi col doppio impegno della lega francese e dell’Eurocup, e nell’estate del 2013 arriva in Italia alla corte della Dinamo Sassari: con gli isolani conquista la Coppa Italia, raggiunge le semifinali scudetto e gli ottavi di finale di Eurocup, viaggiando sui 17.3 punti (61.3% da due, 34.9% da tre e 81.2% ai tiri liberi), 4.8 rimbalzi e 1.4 assist di media a partita in e capitalizzando 675 punti totali in 39 partite giocate in Serie A. L’anno successivo è con gli spagnoli dell’Unicaja Malaga, con cui partecipa nuovamente all’Eurolega, e nella stagione 2015/2016 con il Galatasaray, con cui riesce a conquistare l’Eurocup e a raggiungere le semifinali playoff nella lega turca. Dal 2016 al 2018 è ancora in Turchia, stavolta con il Trabzonspor Basket, con cui nella seconda stagione riesce a raggiungere i 18.5 punti, 6.6 rimbalzi e 3.2 assist di media per gara. Così coach Nenad Vucinic sull’ala statunitense: “Caleb è un altro tassello del nostro roster che, insieme a Demetris Nichols, apporterà stabilità ed esperienza alla squadra, anche perché conosce già il campionato italiano, il che è sicuramente un punto a suo favore. È un tipo di giocatore che può dare tanto sia dal punto di vista offensivo che difensivo, ma soprattutto le sue caratteristiche più importanti sono sicuramente la sua competitività e la passione e il divertimento che mette ogni qual volta scende in campo”.[.c]

3) La Sidigas Scandone Avellino comunica di aver sottoscritto un accordo con il playmaker statunitense, classe 1993, Keifer Jerail Sykes per la prossima stagione. Keifer Sykes è reduce dall’esperienza nelle file dell’Ankara DSI, club che milita nella seconda lega turca, di cui viene nominato capocannoniere: qui disputa un totale di 32 gare e riesce a collezionare 22.4 punti (52.2% da due, 43.2% da tre e 70.4% ai tiri liberi), 3.7 rimbalzi e 4.8 assist di media a partita. Nasce il 30 Dicembre 1993 a Chicago e, una volta terminati gli studi alla John Marshall Metropolitan High School della sua città natale, va a giocare nella Horizon League (NCAA) per i Green Bay Phoenix, nel Wisconsin, dove resta dal 2011 al 2015. Qui al suo primo anno viene subito inserito nel quintetto titolare e viaggia sugli 11.2 punti, 2.5 rimbalzi e 3.4 assist di media a partita. Sempre con la canotta dell’Università di Green Bay viene nominato giocatore dell’anno per due stagioni consecutive (nel 2013/14 e nel 2014/15), riuscendo a collezionare, nella stagione 2013/14, 20.3 punti, 4.4 rimbalzi e 2.9 assist a partita, con il 51.7% da due, il 30.9% da tre e l’81% ai tiri liberi. In questi anni, inoltre, è l’unico tra i giocatori in attività a realizzare più di 2000 punti, 500 assist e 400 rimbalzi nella Horizon League. Nell’Estate del 2015 disputa la NBA Summer League con i Cleveland Cavaliers mentre nel settembre dello stesso anno gioca in D-League per gli Austin Spurs, squadra affiliata ai San Antonio Spurs: anche qui conferma le ottime medie ottenute negli anni precedenti, capitalizzando 12.4 punti (47.3% da due, 31.5% da tre e 78.6% ai tiri liberi), 3.6 rimbalzi e 3.1 assist a partita su un totale di 50 gare giocate. L’Estate successiva ripete l’esperienza della Summer League, stavolta con i Golden State Warriors, e nel luglio 2016 viene scelto dall’Anyang KGS, team che milita nella massima serie della Corea del Sud: per Sykes si rivela soddisfacente la prima esperienza extra statunitense, che lo porta a collezionare 15.1 punti (57.2% da due, 30.7% da tre e 74.1% ai tiri liberi), 2.9 rimbalzi e 4.6 assist di media a partita. La stagione 2017/2018 lo vede infine approdare all’Ankara DSI. “Sykes è un giocatore che seguivamo già da qualche tempo – afferma il Direttore Sportivo, Nicola Alberani - ci è voluto un po’ di tempo per riuscire a convincerlo perché era corteggiato da svariati altri club, ma siamo contenti che alla fine abbia scelto noi perché pensiamo che possieda le caratteristiche adatte per imporsi nel campionato italiano e per diventare uno dei protagonisti della nostra prossima stagione. È in grado di giocare sia nello spot di playmaker che di guardia, efficace anche in difesa, e con una grandissima voglia di emergere: ha tanto da dimostrare per affermarsi nei massimi livelli europei ma sono sicuro che il suo approdo in una lega importante come quella italiana sia arrivato nel momento giusto”. [.c]

4) La Sidigas Scandone Avellino comunica di aver raggiunto un accordo con l’atleta Stefano Spizzichini, classe 1990, per la prossima stagione. Stefano Spizzichini. L’ala forte di 203 centimetri, nata a Roma il 9 Gennaio 1990, cresce nel settore giovanile della SAM Basket. Nel 2006 prima esperienza in Serie A, nelle file della Sutor Montegranaro. Dopo una parentesi alla Lazio Basket in Serie C, Spizzichini veste le canotte di diverse squadre di Divisione Nazionale A, quali Lumezzane, Ozzano, Virtus Siena, Ragusa e due stagioni a Firenze. Nella stagione 2013/2014 è invece in Serie B con la Fortitudo Bologna, ma è quella successiva che lo vede diventare il miglior realizzatore della NPC Rieti, che riesce infine a vincere il campionato: per lui 11.3 punti (con il 52% da due), 7.2 rimbalzi e 1.3 assist di media a partita. La stagione 2015/2016 lo vede in Serie A2 nel Basket Agropoli, dove raggiunge 7 punti e 9 rimbalzi di media a partita. Milita in A2 fino alla scorsa stagione, giocando prima a Recanati, poi a Trapani ed infine, nella seconda metà della stagione 2017/18, a Scafati, con cui disputa anche i Playoff: la seconda esperienza campana si rivela più che positiva e permette a Stefano di collezionare 10.3 punti e 5 rimbalzi di media a partita in circa 23 minuti di impiego di media. Così il diesse biancoverde Nicola Alberani su Spizzichini: “Siamo contenti che Stefano abbia voluto far parte del nostro roster: è un ragazzo pieno di entusiasmo e di energia ed era importante allungare il parco italiani. Sono sicuro che nella prossima stagione, che ci vedrà impegnati in un gran numero di partite, ci sarà spazio per tutti e che Stefano non farà mancare il suo apporto nel quotidiano. Credo che per lui sia un’esperienza importante a questo punto della sua carriera e sono convinto che, grazie alle sue caratteristiche umane prima che tecniche, si inserirà benissimo nello spogliatoio”.[.c]

5) La Sidigas Scandone Avellino comunica che il giocatore Demetris Nichols farà parte del roster biancoverde per la stagione 2018/2019. L’ala piccola statunitense, che vanta grandissima esperienza internazionale nei massimi campionati europei, nonché in Eurolega ed Eurocup, è il quarto innesto del team sotto le direttive di coach Vucinic. Demetris Nichols. Nato il 4 Settembre 1984 a Boston, Massachussets, frequenta la St. Andrew’s High School, aiutando il team scolastico a stabilire un record di 28 vittorie e a vincere il campionato: qui si fa subito notare raggiungendo 18.6 punti e 8.9 rimbalzi di media a partita. Prosegue gli studi alla Syracuse University di New York: nel suo primo anno disputa 26 partite e viene schierato in ben 15 gare titolare. La sua migliore stagione in NCAA è nel suo quarto ed ultimo anno a Syracuse dove colleziona ben 18.9 punti, 5.4 rimbalzi e 1.5 assist di media a partita, stabilendo il suo career-high di 37 punti (con 7 triple messe a segno) e 10 rimbalzi contro St. John’s; inoltre raggiunge quota 30 minuti di impiego in 30 gare su 35. Nichols termina la sua carriera universitaria al 28° posto nella classifica dei migliori realizzatori (1344 punti totali messi a segno) e al terzo posto per tiri da tre realizzati (205) di Syracuse. Le sue eccellenti qualità offensive sotto canestro e al rimbalzo fanno sì che nel Draft NBA del 2007 venga scelto dai Portland Trail Blazers, che però lo ‘tradano’ subito ai New York Knicks. Nel luglio dello stesso anno partecipa con i Knicks alla NBA Summer League, dove raggiunge una media di 15.6 punti con il 53% al tiro. Seguono le esperienze tra le file dei Cleveland Cavaliers, con cui esordisce il 28 novembre 2007, e dei Chicago Bulls, che lo notano in seguito alle sue performance in D-League con la canotta di Iowa Energy (team affiliato ai Minnesota Timberwolves), con cui colleziona 19.3 punti di media in 14 gare totali; con i rinomati Bulls esordisce invece in NBA il 23 gennaio 2008. Nel 2009 ha inizio la sua esperienza nei campionati europei: Nichols indossa prima la canotta dei francesi del BCM Gravelines e poi, la stagione successiva, quella di JA Vichy: qui 18.9 punti, 5.3 rimbalzi e 2.2 assist di media a partita per lui. La stagione 2011/12 lo vede ancora in Francia, questa volta tra le file dello Cholet Basket, con cui disputa il campionato francese, le qualificazioni all’Eurolega e l’Eurocup. Nel 2013 è invece in Russia, dove gioca prima al Krasnye Krylya e poi al CSKA Mosca: nella capitale resta per due stagioni, disputando il campionato casalingo e l’Eurolega, collezionando nella competizione europea 4.5 punti e 2 rimbalzi in circa 12 minuti di media a partita e vincendo il campionato nel 2015. Nella stagione 2016/17 si sposta al Panathinaikos, con cui vince l’Eurolega, mentre nel 2017 si reca in Croazia, dove gioca nel KK Cedevita Zagabria: stagione che si rivela soddisfacente per l’ala statunitense, che raggiunge in Eurocup quota 11.6 punti, 4.2 rimbalzi e 1.2 assist di media, vincendo il campionato croato e la Coppa di Croazia. “Demetris era il primo nome sulla nostra lista fin dall’inizio – così coach Vucinic sul neo-acquisto biancoverde – e siamo contenti di poter dire che sarà dei nostri per la prossima stagione, soprattutto per la sua versatilità in attacco, robustezza in difesa e per la sua grande esperienza nel basket ai massimi livelli. Ci aspettiamo che metta in atto anche con noi la consistenza, le qualità di leadership e la mentalità vincente che da sempre lo contraddistinguono come giocatore”.[.c]

6) La Sidigas Scandone Avellino è lieta di comunicare l’ingaggio dell’ala grande Matt Costello per la stagione 2018/19. Il cestista statunitense di 206 cm, classe 1993, è reduce da un two-way contract con i San Antonio Spurs, con cui ha esordito in NBA lo scorso 12 Novembre. Matt Costello. Nato il 5 agosto 1993 a Linwood, Michigan, frequenta la Bay City Western High School, nella cui squadra viaggia sui 25 punti, 19 rimbalzi, 4 assist e 4 stoppate di media a partita: viene nominato per due anni consecutivi miglior giocatore dell’anno in High School dell’intero stato del Michigan (2011 e 2012). Chiude la sua carriera alla Bay City Western come miglior realizzatore (1518 punti in totale), miglior rimbalzista (1069) e miglior stoppatore (280) di tutti i tempi della scuola e sono inoltre suoi i record scolastici di 19 doppie doppie nel suo primo anno e di 14 stoppate in una singola partita nel suo secondo anno. Terminata la High School, frequenta poi l’università di Michigan State: nel suo terzo anno qui colleziona 7 punti, 5.1 rimbalzi e 1.2 stoppate di media a partita in 39 gare totali, aiutando la squadra a qualificarsi alle Final Four nel 2015. Nel suo ultimo anno il suo gioco migliora ulteriormente, il che lo porta a diventare il miglior stoppatore di tutti i tempi dell’Università di Michigan State e ad essere convocato per il torneo All-Star dei College a Texas: le sue cifre si stabilizzano sui 10.6 punti, 8.2 rimbalzi e 1.2 stoppate di media per gara. Ultimati gli studi, si unisce agli Atlanta Hawks per la NBA Summer League del 2016: per lui 5.6 punti e 5 rimbalzi di media su un totale di 6 partite disputate; nell’ottobre dello stesso anno viene ingaggiato da Iowa Energy, con cui disputa la NBA G-League. Nel Luglio 2017 firma un two-way contract con i San Antonio Spurs, dividendosi tra la NBA e gli Austin Spurs, equivalente di San Antonio in G-League: il suo debutto in NBA avviene lo scorso 12 novembre contro Chicago, dove Costello realizza 2 punti, 5 rimbalzi e 2 stoppate in circa 10 minuti di impiego. Con gli Austin Spurs viaggia invece sugli 8 punti, 6.9 rimbalzi, 2 assist e 2.1 stoppate in 22 minuti di impiego di media a partita, su un totale di 30 gare giocate. Coach Nenad Vucinic si è così espresso sull’ultimo acquisto dei biancoverdi: “Siamo convinti che Matt Costello sarà un valore aggiunto per la squadra. È un giocatore che lavora duro, ottimo difensore e rimbalzista, e che migliora costantemente le sue capacità offensive. In particolare apprezziamo la dedizione e la grinta che lo caratterizzano: è uno che dà tutto se stesso per la squadra in cui gioca”. [.c]

7) La Sidigas Scandone Avellino comunica l’ingaggio dell’ala grande Luca Campani per la stagione 2018/19. Si tratta di un volto noto per il duo Vucinic-Alberani, che lo ha già avuto tra le proprie fila, alla Fulgor Libertas Forlì, nelle stagioni 2010/11 e 2011/12. Luca Campani. Nato il 18 Febbraio 1990 a Montecchio Emilia, cresce nel settore giovanile di Reggio Emilia, squadra con cui disputa la Legadue dal 2008 al 2010. Dopo le due stagioni disputate in quel di Forlì, arrivano le prime esperienze in Serie A: nell’ordine Montegranaro, Cremona e Varese, che gli fanno registrare 6.6 punti (55% da due e 40% da tre) e 3.6 rimbalzi in 16.2 minuti di media su un totale di 126 partite. La stagione 2017/18 lo vede invece indossare la canotta della Betaland Capo d’Orlando, con cui ha collezionato 7.5 punti di media (63% da due e 16.7% da tre) e 2.8 rimbalzi in 15.4 minuti su un totale di 13 partite, con high di 25 punti in altrettanti minuti di impiego, 10 rimbalzi e 28 di valutazione nella gara di ritorno contro Torino. Di seguito le dichiarazioni del diesse, Nicola Alberani: “Sono molto contento di ritrovare Luca, un ragazzo con un potenziale ancora inesplorato. Questa per lui sarà una stagione importantissima, perché deve assolutamente arrivare ai livelli che gli competono ed ora confidiamo nella stabilità della sua situazione fisica. Può giocare sia nello spot di ‘quattro’ che di ‘cinque’ e conosce già coach Vucinic, che ha una grande stima di lui ed è fiducioso per questo passo in avanti nella sua carriera. Umanamente parlando è una splendida persona ed è motivatissimo a venire ad Avellino: ha accettato l’offerta immediatamente e la sua spinta, la sua voglia ed il suo entusiasmo ci hanno fatto capire che sicuramente si tratta della scelta giusta”.[.c]

È Luca Campogrande il primo innesto della Sidigas Scandone Avellino per la stagione 2018/19. Il cestista originario di Roma, classe 1996, ha già svolto questa mattina una prima seduta di allenamento individuale presso il PalaDelMauro di Avellino sotto le direttive del preparatore fisico Domenico Papa e dell’assistant coach Gianluca De Gennaro.[.c]

Queste le sue prime parole in maglia biancoverde nella conferenza stampa di presentazione che si è svolta questa mattina:[.c]

“Ringrazio la Società e Nicola Alberani per l’opportunità che mi stanno concedendo: mi hanno fatto molto piacere le parole che il diesse ha speso per me. Sono entusiasta del forte interesse che la Sidigas ha avuto nei miei confronti e questo è stato sicuramente uno dei motivi che mi hanno spinto a scegliere una grande società come questa. Stamattina ho svolto i primi allenamenti e ho avuto subito un’ottima impressione del preparatore fisico, Domenico Papa e del vice allenatore, Gianluca De Gennaro.[.c]

Sono al lavoro dall’inizio dell’estate per farmi trovare pronto per dare il mio contributo fin da subito: è la prima volta che mi interfaccio con questo campionato e voglio fare di tutto per essere a disposizione di coach Vucinic quanto prima”. [.c]

8) La Sidigas Scandone Avellino è lieta di comunicare di aver raggiunto l’accordo con Luca Campogrande, guardia classe 1996, per le prossime tre stagioni. L’atleta sarà ad Avellino già a partire da lunedì 9 luglio per iniziare a lavorare con gli assistant coach Gianluca De Gennaro e Francesco Cavaliere. Luca Campogrande. Nato a Roma il 30 Aprile 1996, cresce nel settore giovanile della Sam Basket Roma, squadra con cui esordisce a soli 17 anni in Serie C. Nel 2015, sempre tra le fila del club capitolino, conquista il titolo di Campione d’Italia nella categoria Under 19 Elite, venendo inoltre nominato MVP della manifestazione. Il talento e il potenziale sono sotto gli occhi di tutti, tanto che nell’estate 2015 trova un accordo biennale con la Fortitudo Bologna, che gli permette di approdare in A2 a soli 19 anni. Nella stagione 2017/18 continua la sua esperienza in Legadue ed indossa la canotta della Poderosa Montegranaro. È una stagione senz’altro positiva, che non fa che confermare la sua crescita e i suoi miglioramenti: Campogrande infatti riesce a collezionare un totale di 335 punti realizzati in 38 partite (con una media di circa 25 minuti e 9 punti a partita) tra regular season e playoff, con circa il 60% da due ed il 40% da tre, e 129 rimbalzi. “Sono molto contento di aver portato Luca ad Avellino con un contratto triennale perché penso che sia uno dei giocatori più promettenti in Italia – commenta il Direttore Sportivo Nicola Alberani - è un prospetto di valore e con noi avrà sicuramente l’opportunità di crescere. Era una nostra prima scelta e siamo lieti che, tra i tanti club che lo corteggiavano, abbia scelto noi. Siamo entusiasti del fatto che Luca voglia iniziare a lavorare da subito per migliorare e per misurarsi con la massima serie italiana e con la Champions League. Fino ad ora ha sempre vinto tutte le sfide che ha affrontato, quindi confidiamo nel prosieguo di questo suo percorso di crescita”. [.c]

 

 

 

- Redazione - Avellino - Data 09/08/2018 - Ora 14:28