Maffei vsDe Mita, bene ma una leader avrebbe attaccato i nostri "er meno PD"

'Forse spinta dalle lusinghe del giornale da Lei dirige, Chiara Maffei si sta erigendo a leader del PD ma questo ruolo, io e tanti di noi non glielo riconosciamo e Le spiego il perché: Un vero leader non si limita a crtcaree fatti del passato prossimo o remoto, tra l'altro anche male ma sa leggere il futuro. Io, ad esempio, leggo quello che accadrà al  partito dopo le Politiche ed il Congresso provinciale. Le "uscite" sullo Ius Soli sulla Assise locale ed ora su Ciriaco De Mita definito da lei "Tarquinio" ed "attempato" sembrano essere la ricerca di visibilità e non gli "indirizzi". Quanto alla ultima dichiatazione, passi per il "Tarquinio" quale riflessione politica ma portare l'attacco sull'età non è per niente pertinente nè "elegante". Io non lo avrei mai fatto, sarebbe stato come attaccare mia madre che ha 90 anni. La Maffei, avrebbe dovuto solo "redarguire" De Mita nel "difendere" il Sindaco di Sant'Angelo dei Lombardi, Rosanna Repole sulla "questione Sanità, Atto aziendale ASL"  mentre avrebbe dovuto con vigore  attaccare i Sindaci del nostro  PD, gli  "er meno”, i quali non hanno aperto bocca verso l'ex Segretario della DC come invece ha fatto il sindaco di Montella, Ferruccio Capone. La Maffei, da donna avrebbe dovuto evidenziare questo silenzio anche perchè si trattava di Sindaci nostri che avrebbero taciuto mentre veniva attaccata un nostro  altro nostro Sindaco, donna appunto. La Maffei è una Dirigente e membro dell'Assemblea nazionale quindi avrebbe dovuto attaccare in primis i Sindaci espressione del Partito Democratico, che lei ha contribuito ad eleggere. Le e mancato il "coraggio"? E stata una "dimenticanza"? Ni, niente di questo. È solo che non ha il carisma del vero leadert. Egregio Drettore, Lei col suo giornale ha spinto e spinge per portare la Maffeia ad essere candidata alla Segreteria del PD  ma allora vuole "male" ai "dem"? Con la "lungimiranza" della Maffei più che "guadagnarre" Sindaci e consensi ne andremmo a perdere. La Maffei non ha la stoffa del leader politico. Potrei citare tanti esempi in cui i "suoi" compagni socialisti sono rimasti esterrefatti sentendola argomentare politicamente in tante occasioni come alla presentazione di un libro avvenuta a Solofra non molto fa. Un vero leader non è chi non sbaglia mani ma chi è capace di imparare dagli errori del passato e non credo le non abbia mai sbagliato. Non ho mai sentita la Maffei dire che la passata segreteria ha commesso errori. Per me questa è stata invrce una segreteria che ha politicamente fallito ed il "disastro" attuale non è  solodi chi ha portato quella segreteria a dimettersi o dell  Direttorio ma soprattutto di chi non ha saputo cosstruire un partito solido e di prospettiva; lei era il "capo" della segreteria quindi una bella fetta di colpe, di quel fallimento ce le ha anche le. Lei Direttore vorrebbe candidare  propone la Maffei reduce da un fallimento, "complice"?
 
NdR: Il Direttore e la Refezione di Cinquerighe non hanno lettto l'articolo al quale fa riferimento il "nostro" esponente PD e per questo ci limitiamo a dire che riteniamo la Maffei "idone" a guidare il PD o quantomeno una componente di esso ma noi non "votiamo". Ha le stimmate del leader? Non abbiamo guardato le sue mani (chiediamo scusa per l'apparente blasfemia) ma ha esperienza e piglio politico. Quando parla si fa a ascoltare ed il fatto che quanto dice fa discutere è un "indizio di leaderismo". Quanto alla sottolineatura che Lei dice fatta dalla Maffei anche noi non la condividiamo. Il tempo che passa, la Vecchiaia è solo una "stagione" della Vita ed arrivarci lucidi è l'augurio che facciamo e ci facciamo. Diciamo, in conclusione che la Maffei ha quella dose di ironia e sarcasmo che tanto piace ed è tipica dei leader come il compagno DS Massimo D''Alema anche se alle volte in lei sfocia, qualche volta nella "satira". Per "par condicio' ricordiamo che avrebbe definito in passato la stessa Repole, che oggi difende, "arzilla sindachessa" più o meno, ci sembra accusata, di non esseere la signora coraggio. Il nostro giornale ha lodato ma anche criticato negativamente la Maffei quindi no dobbiamo "giustificarci".

- REDAZIONE - AVELLINO - Data 17/11/2017 - Ora 14:47