titolo
Locanda La Molara
EDITORIALE  - 
23 Novembre 1980; Citando Pertini: Avete pensato ai vivi per ricordare i morti?
23 NOVEMBRE 2019 - Ore 21:33

Ore 19.34 del 23 Novembre 1980. Un terribile boato devasta l'Irpinia in un inizio serata di una giornata in cui il sole aveva "scaldato". Una tragedia immane che ha spezzato 2914 vite, ha causato circa 9000 feriti e 280000 sflollati. Il Sisma ha "toccato" anche altre zone come nel napoletano ed estendendosi in Basilicata ma è l'Irpinia dove la terra ha riportato lo "squarcio" enorme, profondo che è ancora visibile sul territorio e chissà se gli "uomini" saranno in grado di "guarirlo", cosa che, "guarire", non potranno mai fare le ferite dell'anima, della mente, del cuore di chi ha vissuto direttamente o indirettamente quei drammatici 90 secondi. Occhi che hanno visto morti, feriti; orecchie che hanno ascoltato grida di dolore, lamenti, gemiti di speranza, parole che invocavano aiuto. Purtroppo tutto questo rimarrà e si tramanderà. Forse "scemerà" questo dolore ma tutti dovranno sapere cosa è accaduto, cosa è stato, cosa ha comportato. La tragedia umana è immensa ma chiediamo sull'aspetto "materiale" - "ugualmente doveroso" -: A distanza di 39 anni da quella devastazione, tutti hanno avuto ricostruita la casa? Tutte le pratiche sono state chiuse? Ce ne sono di "aperte"? Quante? L'Irpinia è stata l'epicentro ma vi è stata, tra tutte le aree, non solo irpine, l'equa ripartizione dei fondi? Quanti ne sono stati assegnati? Quanti alle varie aree? A che "cifra" siamo"? Quandi fondi ancora mancano? ... Perchè queste domande? Molto semplice perchè crediamo, come disse il Capo dello Stato, Pertini: "Il modo migliore di ricordare i morti è quello di pensare ai vivi". Ai vivi si è pensato con sentito e obbligato agire, sia allora che sino ad oggi ed a quando si concluderà la "ricostruzione? Si concluderà? - Ci ha colpito il "silenzio" di diverse Istituzioni, nazionali e regionali.

Abbiamo provato a riportare i punti salienti delle parole di Sandro Pertini, Il Presidente tanto amato, che faceva il terribile quadro della situazione, ammonendo ed esortando: FRATELLI (abbiamo omesso alcune critiche durissime perchè bisogna soltanto concentrarsi sulle "grandi linee" per "migliorare, crescere" dentro le Istituzioni e nella cosiddetta Società civile):

"Italiane e italiani, in quelle zone devastate dalla catastrofe ho assistito a spettacoli che non dimenticherò mai. Paesi interi rasi al suolo, la disperazione poi dei sopravvissuti vivrà nel mio animo ... .Ebbene, a distanza di 48 ore, non erano ancora giunti in quei paesi gli aiuti necessari. ... Quello che ho constatato è che non vi sono stati i soccorsi immediati che avrebbero dovuto esserci. Dalle macerie si levavano gemiti, grida di disperazione di gente sepolta viva. I superstiti  mi dicevano: "Non abbiamo i mezzi necessari per poter salvare chi sotto le macerie". ... In quel momento, mi sono chiesto perchè: Nel 1970 in Parlamento furono votate Leggi sulle calamità naturali. Vengo a sapere che non sono stati attuati i regolamenti che ne avviassero l'esecuzione. Il Presidente Sandro Pertini si chiede: Se questi centri di soccorso immediati sono stati istituiti e perché non hanno funzionato? Perché a distanza di 48 ore non si è fatta sentire la loro presenza in queste zone devastate? Non bastano adesso. Vi è anche questo episodio che devo ricordare, che mette in evidenza la mancanza di aiuti immediati. Cittadini superstiti di un paese dell'Irpinia mi hanno avvicinato e mi hanno detto: "I soldati ed i carabinieri che si stanno prodigando in un modo ammirevole e commovente per aiutarci, oggi ci hanno dato la loro razione di viveri perché noi non abbiamo di che mangiare". Non erano arrivate a quelle popolazioni razioni di viveri. Quindi questi centri di soccorso immediato, se sono stati fatti, ripeto, non hanno funzionato ... Non si può pensare solo di inviare tende. Si avvicina l'inverno, il freddo quindi è assurdo pensare di fargli passare l'inverno sotto le tende. Bisogna pensare a ricoverarli in alloggi. Bisogna pensare a una casa per loro. Su questo punto io voglio soffermarmi, sia pure brevemente. Non deve ripetersi quello che è avvenuto nel Belice ... che a distanza di 13 anni nel Belice non sono state ancora costruite le case promesse. I terremotati vivono ancora in baracche: eppure allora fu stanziato il denaro necessario. Le somme necessarie furono stanziate. .... . Quindi, non si ripeta quanto accaduto nel Belice, perché sarebbe un affronto non solo alle vittime di questo disastro sismico, ma sarebbe un'offesa che toccherebbe la coscienza di tutti gli italiani, dell'intera Nazione e della mia prima di tutto. Quindi si provveda seriamente, si veda di dare a costoro al più presto, a tutte le famiglie, una casa. ... Un appello voglio rivolgere alle italiane ed agli italiani... qui non c'entra la politica, qui c'entra la solidarietà umana, tutte le italiane e gli italiani devono mobilitarsi per andare in aiuto a questi fratelli colpiti da questa nuova sciagura. Il modo migliore di ricordare i morti è quello di pensare ai vivi".



Fero - Summonte - 23 NOVEMBRE 2019 - Ore 21:33






NEWS EDITORIALE

23 Novembre 1980 Il "bombardamento" dalle viscere che distrusse l'Irpinia
EDITORIALE  - 
Domenica 23 Novembre 1980, ore 19.34.52, la terra d'Irpinia si spacca ed inghiotte vite umane, case, il vissuto,

LEGGI NOTIZIA
COVID, ci hai fatto scoprire tante cose ma t'amma accirere per dirla alla Amato
EDITORIALE  - 
Il COVID 19 - Coronavirus ha cambiato la nostra vita, almeno quella di qualche settimana precedente e qualche altra

LEGGI NOTIZIA
23 Novembre 1980; Citando Pertini: Avete pensato ai vivi per ricordare i morti?
EDITORIALE  - 
Ore 19.34 del 23 Novembre 1980. Un terribile boato devasta l'Irpinia in un inizio serata di una giornata in cui

LEGGI NOTIZIA
Giornalisti puttane? La prostituzione mestiere più antico Ce ne saranno altrove?
EDITORIALE  - 
..."Giornalisti Puttane"? Inaccettabile, meglio "iene dattilografe", almeno "sottile",

LEGGI NOTIZIA
Maschi&Femmine Emancipazione delle Pari Opportunità merito della Chiara Marciani
EDITORIALE  - 
"Pari Opportunità", cosa vuol dire? Dare le stesse possibilità di emergere o di non

LEGGI NOTIZIA
Maffei, ma il Segretario PD col "renzino locale" non lo stavi facendo tu?
EDITORIALE  - 
Il Segretario provinciale del PD irpino, col “renzino locale”, non lo stavi facendo tu? Sono in dovere

LEGGI NOTIZIA
Non sto con Del Basso De Caro Io, Open e Radici, siamo autonomi De Blasio, PD
EDITORIALE  -  PARTITO DEMOCRATICO
"Non sto con Del Basso De Caro. Noi, Openirpinia e Radici Democratiche stiamo per conto nostro. Nel campo

LEGGI NOTIZIA
Referendum; Hanno perso i "voltagabbana", gli "indiani" PD anche in Irpinia
EDITORIALE  - 
Amarissima sconfitta quella che si va profilando per il PD nel Referendum costituzionale che metteva alla prova del

LEGGI NOTIZIA
UltimeNews


Foto
Napoli; Manfredi presenta la Giunta al Maschio Angioino: Saremo itineranti
POLITICA  - 
Napoli. "Ho presentato alla città la nuova Giunta comunale, frutto di una scelta di qualità che rispetta le aspirazioni dei cittadini, coerente con ciò che Napoli merita e il Paese si aspetta. È il momento di costruire, di amministrare bene e subito, di

LEGGI NOTIZIA

Foto
Maria Morgante, ASL Programma vaccinazioni anti-COVID di inizio settimana
ENTI  -  A. S. L. AVELLINO
Continua la Campagna Vaccinale anti-covid dell’Asl di Avellino, Azienda diretta da Maria Morgante, con la somministrazione delle terze dosi per il personale sanitario.  Lunedì 25 Ottobre e Martedì 26 Ottobre 2021 i Centri Vaccinali dell’Asl di Avellino, oltre a

LEGGI NOTIZIA

Foto
Poste Italiane; Pagamento pensioni Il calendario
ENTI  -  POSTE ITALIANE
Poste Italiane comunica che in provincia di Avellino le pensioni del mese di novembre verranno accreditate a partire da Lunedì 25 Ottobre per i titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution. I titolari di carta Postamat, Carta Libretto o di

LEGGI NOTIZIA

Foto
Carabinieri; Controlli del Gruppo Forestale Monteforte Forino Marzano di Nola
CRONACA  - 
Prosegue l’azione dei Carabinieri del Gruppo Forestale di Avellino, costantemente impiegati in servizi di controllo del territorio finalizzati a garantire sicurezza e rispetto della legalità. In particolare: all’esito di un servizio finalizzato al controllo del

LEGGI NOTIZIA

Foto
Maria Montante, ASL: 15 positivi al COVID dei quali 4 ad Avellino
ENTI  -  A. S. L. AVELLINO
L'Azienda Sanitaria Locale, diretta da Maria Morgante, comunica che su 630 tamponi effettuati sono risultate positive al COVID 15 persone: - 2, residenti nel comune di Atripalda; - 4, residenti nel comune di  Avellino; - 1, residente nel comune di Cassano Irpino; - 2,

LEGGI NOTIZIA