Ciarcia (De Luca-De Caro) non ci sta Congresso PD in Tribunale Primo in Italia?

"Il giorno 14 Maggio, è stato notificato l'atto di citazione proposto da Michelangelo Ciarcia, assistito dall'avv. Giovanni Carpenito, per chiedere l'annullamento di tutte le procedure precongressuali e congressuali del Partito Democratico di Avellino. Con lo stesso atto è proposta anche istanza di sospensione degli atti impugnati. Nei prossimi giorni l'atto verrà iscritto a ruolo davanti al Tribunale di Avellino". Quanto comunica Michelangelo Ciarcia candidato dell'area Enzo De Luca, l'ex Senatore ed i "vicini" di Umberto Del Basso De Caro. i quali non hanno partecipato al Congresso che ha eletto Giuseppe Di Guglielmo Segretario, Congresso che il Partito Nazionale ha autorizzato e "validato" respingendo più ricorsi, anzi "cassando" tesseramenti d'area dei ricorrenti. Una iniziativa, quella del ricorso alla Magistratura ordinaria (primo caso in Italia?) che avviene ad inizio campagna elettorale per le Amministrative in 21 comuni irpini tra i quali il Capolugo. Che la Politica sia una "zona franca" , questo non deve essere e quindi se si hanno "pensieri dubbiosi" è legittimo "ricorrere" ma allora perchè candidare propri "uomini" nella lista PD in un certo senso "firmata" dal Segretario che non risconoscono? Lo "spiegheremo" in un prossimo pezzo di analisi politica e nulla più. 

- Redazione - Avellino - Data 15/05/2018 - Ora 19:54