Li.Si.Po.; Sicurezza Privata in "lotta" per il rinnovo del contratto nazionale

Il Libero Sindacato di Polizia (LI.SI.PO.) – ha dichiarato il  presidente  nazionale, Antonio de Lieto – esprime solidarietà alle lavoratrici ed ai lavoratori della sicurezza privata  che lottano per rivendicare il diritto al rinnovo del contratto  nazionale  e per condizioni economiche e normative dignitose ed  ha aderito alla  manifestazione indetta da Sindacati del settore, per  oggi 4 maggio, a Roma, in Piazza Santi Apostoli. Gli operatori  della sicurezza privata, sono circa settantamila, distribuiti su tutto il territorio nazionale e svolgono compiti  delicatissimi  e contribuiscono con la loro professionalità  a coprire vari settori della vita lavorativa ed economica del Paese, basti pensare alla  vigilanza ad obiettivi fissi, alla scorta valori ed alla sicurezza personale. Il Libero Sindacato di Polizia (LI.SI.PO.) – ha continuato de Lieto – ritiene  che non si possano ridurre i diritti e le garanzie attuali  e si ha la sensazione che, in materia di diritti, questi  operatori della sicurezza, facciano il passo del gambero. Tanti  gli operatori del settore presenti alla manifestazione, a dimostrazione  della grande voglia di far sentire  la propria voce. Un lavoro duro, di elevata responsabilità, caratterizzato da elevato stress, richiede anche tempi di riposo adeguati, per cui anche  il solo ipotizzare  turni di 45 ore settimanali  per le Guardie particolari giurate, impiegate  in servizi di vigilanza fissa, è  semplicemente assurdo.  Il leader del  LI.SI.PO. ha sottolineato che non vi possono essere passi indietro  che, in pratica, cancellano diritti conquistati a prezzo di sacrifici e mobilitazioni. Lo slogan della manifestazione è  stato: ”Senza contratto non c’è sicurezza”. Uno slogan – ha concluso de Lieto – che rende perfettamente l’idea delle condizioni in cui si trovano gli operatori della sicurezza privati  a cui la collettività nazionale, dovrebbe rivolgere un forte e sentito “grazie”".

- Comunicato - Avellino - Data 04/05/2018 - Ora 19:46