Autotrasporti Guerriero

Voto; Summonte Verso una sfida a due con "famiglie" che cambiano "casacca"

Le Amministrative sono alle porte e tra i comuni "interessati" dal voto, c'è Summonte. Il SIndaco uscente, Pasquale Giuditta dovrebbe ricandidarsi ed a sfidarlo potrebbe essere il suo vice, sino ad un anno fa, Carmine Cristiano. Una terza lista, al momento, sembra da escludere. Ci dicono che diverse "famiglie" (sappiamo che nelle piccole comunità il voto di opinione conta poco) abbiano cambiato orientamento spostandosi da una parte all'altra. Qualche "giudittiano di ferro" ha dichiarato apertamente di guardare ad un'altra "bandiera" così come altri vicino a Cristiano si sono dichiarati "scioccati", prima da quello che sembrava "amore improvviso" con Giuditta e poi della fine altrettanto improvvisa per quanto non abbia meravigliato. Questo "andirivieni" di Cristiano non viene molto capito e per lui a distanza di cinque anni, affontare una campagna elettorale su posizioni, questa volta contrapposte (dopo che lo erano state anche 10 anni prima) non è cosa lineare. I due "contendenti" (almeno quelli al momento più accredidati) sembrano doversi muovere molto, prima ancora che nella campagna elettorale, nella fase che la precede per "spiegare" quanto accaduto ed arrivare a comporre liste omogenee. Alcuni degli attuali Consiglieri, quelli di opposizione (c'è mai stata?) non avranno più voce in capitolo mentre bisognerà cosa faranno alcuni consiglieri di maggioranza, a partire da Giancarlo Maccario, attuale vicesindaco e Giovanni Testa. Cristiano verrebbe appoggiato da un'area di centrodestra mentre Giuditta da un'area di centro, centrosinistra. Sembra che i "poteri forti", politicamente parlando siano in "movimento". Bisognerà, inoltre, cercare di capire se c'è  "tirerà il vento M5S" e quanto potrà influire sull'esito finale.  

- Redazione - Summonte - Data 11/03/2018 - Ora 20:04