Autotrasporti Guerriero

FLEPAR Inail; Convegno su anticorruzione, lavoro e sicurezza

Napoli. Investire in prevenzione, come nella lotta alla corruzione e nella sicurezza sul lavoro, genera risparmi, non costi. È questa la vera sfida che la PA dovrebbe affrontare nel prossimo futuro. Cosa fare per “Rigenerare la PA” e offrire migliori servizi ai cittadini? A che punto è l’applicazione del decreto legislativo 81/2008 sulla sicurezza sul lavoro? Sono alcuni degli spunti della due giorni voluta dall’associazione di avvocati, professionisti, tecnici e sanitari, FLEPAR Inail, che ha organizzato a Napoli l’evento dal titolo “Rigeneriamo la PA. Sviluppo e servizi al cittadino”. Due giornate, due focus differenti ma complementari. Il 23 Febbraio, il tema è “Lo stato della PA dopo le ultime riforme. Ripartire e investire per salvare i servizi ai cittadini”. In questa giornata si alterneranno gli interventi di professionisti, magistrati, esperti del settore che nell’ambito degli incarichi della pubblica amministrazione, discuteranno di: burocrazia e amministrazioni statali pubbliche, professioni e competenze per sburocratizzare, imparzialità e trasparenza, Foia, prevenzione della corruzione, formazione, equo compenso, riforma della giustizia, conflitti di interesse e incompatibilità. La seconda giornata dell’incontro promosso da FLEPAR Inail, sarà dedicata interamente al tema della sicurezza sul lavoro: le condizioni di lavoro, il sistema informativo nazionale per la prevenzione nei luoghi di lavoro (SINP), sostegno alle imprese e ai lavoratori, le App sulla sicurezza sul lavoro, pizzaioli e panificatori, e i loro rischi lavorativi, alternanza scuola lavoro e rappresentanze degli studenti. All’evento parteciperà l’associazione Pizzaiuoli napoletani e uno dei focus sarà dedicato proprio all’arte del pizzaiolo, patrimonio dell’Unesco. Le ricette per migliorare la PA e i luoghi di lavoro ci sono. “Basta iniziare ad applicare le leggi esistenti – dichiara Tiziana Cignarelli, segretario generale CODIRP (Confederazione dei dirigenti della Repubblica) e FLEPAR Inail– evitando ulteriore caos normativo. Non bisogna intervenire solo quando c’è una emergenza, ma sistematicamente. In questi due giorni cercheremo di fare degli approfondimenti sulla situazione attuale, per reperire strumenti operativi pratici per migliorare lo stato delle cose e far capire alla politica soprattutto che la prevenzione è una risorsa e non un costo. E anche nel settore privato, nel mondo delle imprese, la sicurezza conviene”. Per FLEPAR Inail il miglioramento della pubblica amministrazione può partire dal monitoraggio e verifica di doppi e tripli incarichi, doppi e tripli lavori, consulenze, rapporti di lavoro non subordinato che possono essere forieri di conflitti di interesse. Si parlerà anche dell’innovazione tecnologica quale risorsa applicata ai mezzi di contrasto alla corruzione e strumento di miglioramento della sicurezza sui luoghi di lavoro. Tanti gli ospiti, fra cui il magistrato del Tar di Napoli, Giuseppe Esposito, il magistrato della Corte di Cassazione, Bruno Giordano, il presidente della sezione Lavoro della Corte d’Appello di Napoli, Antonio Sergio Norberto Robustella e poi esperti anticorruzione, docenti, dirigenti scolastici e pubblici, psicologi, professionisti, giornalisti e esponenti degli ordini professionali dei geologi, dei chimici, degli ingegneri e degli avvocati. Ci saranno anche spazi per illustrare casi di applicazione pratica di innovazioni tecnologiche nel campo della sicurezza sul lavoro. Modera gli incontri il giornalista Giorgio Zanchini, conduttore di ‘Radio anch’io’ su Radio 1.

Si potrà interagire anche a distanza, con domande e spunti di riflessione, ma anche raccontando la propria esperienza. Basta seguire il live tweeting di @FLEPARInail. Il 23 febbraio con l’hashtag #rigeneriamolaPA #professionistipubblici Mentre il 24 #prevenzioneoperativa #lavorosicuro #pizzaiuolialsicuro.

- Comunicato - Napoli - Data 22/02/2018 - Ora 01:11