Tesseramento PD; Si auspica a breve la "certificazione CGR" Corsa alle Politiche

Avellino. Il tesseramento sottoscritto in due giorni lo scorso Settembre "tiene ancora banco" nella "querelle" Congresso PD provinciale. "Ambienti" vicinissimi al Commissario politico, David Ermini riferiscono di una "risposta" da parte della Commissione di Garanzia Regionale alla quale è stata "demandata" una settimana fa la "faccenda" attraverso una sorta di vademecum "scritto" da Ermini ed i Sub, Giuseppe Di Guglielmo e Mario Pagliaro, che potrebbe essere prossima. Si auspica che arrivi ben prima di Natale, addirittura in questi giorni o ore, in modo da cominciare a capire quale possa essere la "tempistica" che porti al definire la “annosa vicenda”. Si aspetta con una certa "ansia" questa decisione anche perchè qualcuno è convinto che "la cosa non finisca qui", ovvero potrebbero esserci ricorsi, a Roma, con qualcuno che ipotizzava addirittura l'interessamento alla Magistratura ordinaria. .La "strada" che porta al Congresso sembra ancora “lunga e tortuosa” anche se l'area del Senatore Enzo De Luca spinge (eventualmente volersi prendere la rivincita ricandidandosi dopo l'esperienza negativa della scorsa tornata è "umano") perche si tenga subito e questo, a rigor di logica vuol dire prima delle Elezioni Politiche, appunto, e quindi delle Amministrative (cosa che sarebbe giusta perchè gli irpini debbono riprendersi le “redini” del partito, anche se le gestioni politiche del passato sembrano essere state poco efficaci, Ci vorrebbe un “commissariamento perpetuo”). Altro esponente che apparentemente, almeno, un pò a "sorpresa" vuole l'accelerata è la ex Presidente dell'Assemblea provinciale, Roberta Santaniello, vicinissima al Presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca. Altre "aree" da qualche giorno "tacciono". Qualcuno perchè è spiazzato dai "passi" di Ermini, qualche altro attende momenti migliori anche perchè le Elezioni Politiche sono un "passaggio" da prendere con le molle sia per le legittime aspirazioni individuali che di partito. Un esempio: Rosetta D'Amelio, Presidente del Consiglio regionale si è detta disponibile a scendere in campo qualora la Segreteria nazionale le dovesse chiedere il "sacrificio" ma si è sicuri che chi come lei, pur "dotata di un bagaglio di voti" non indifferente, anzi sicuramente sul "podio dei più dotati", rischi visto le condizioni del PD al limite del "tragico"? L'argomento Congresso è, lo si voglia o no, un modo per "giocarsi" le possibilità di candidature alle Politiche ed ecco il perchè dei punti di vista diversi ed opposti sul tenerlo o meno; questione di "strategia"? Vedremo chi la spunterà. Quanto ai nomi da inserire nelle liste dei collegi, i "nomi buoni", nel senso di consenso, o meglio di "richiamo" al voto per il PD (proporzionale” mentre l’uninominale è “secco,  sono pochissimi, tra questi, il sannita (collegio Irpinia-Sannio), ricordiamolo) Sottosegretario alle Infrastrutture, Umberto Del Basso De Caro, De Luca, D'Amelio; senza il loro traino i dem avrebbero il destino negativamente segnato  i "posti" tra le candidature sono poco più di due "manciate"; quelli utili, un paio al massimo e per questo la "corsa" è iniziata. Valentina Paris e Luigi Famiglietti, gli "uscenti" dovrebbero essere riconfermati con diversi altri "nomi" che ambiscono ma il serio “pericolo” di fare solo da “numero” conviene? Chi oltre quei tre ha la forza di girare in lungo ed in largo i “vasti collegi”? Le aree da “accontentare” sono troppe, quale “sintesi” si potrà trovare? Al momento, pare nessuna quindi con l’eventualità di muoversi ulteriormente, sia a livello locale che nazionale (se interessati all’Irpinia) come un “elefante in una cristalleria”. 

- Redazione - Summonte - Data 04/12/2017 - Ora 20:22
Notizie Correlate
Liberi e Uguali; Nuovo soggetto di Sinistra con Grasso candidato Premier - Video