1

Basket; Play-off scudetto La Scandone piega Reggio Emilia; Risultati "serie"

Avellino. Iniziati i play-off scudetto e la prima in casa, nella serie a cinque dei quarti di finale, la Scandone supera la grissin Bon Reggio Emilia con il punteggio di 82-64. L'Head Coach dei biancoverdi, Stefano "Pino" Sacripanti aveva chiesto una prova di forza dai suoi che hanno risposto presente. Joe Ragland arrivato questa mattina dagli States è stato autore di una doppia doppia con 10 punti e 10 assist. Ritrova il campo anche Fesenko dopo l’infortunio, il centro ucraino ha dominato nell’area pitturata segnando 24 punti e raccogliendo 9 rimbalzi offensivi. Lunedì si replica alle 20.45 sempre al Pala "Del Mauro". Aradori mette la firma sul primo canestro della serata, ma risponde Avellino con Logan e Thomas (6-2). De Nicolao e Della Valle subito pareggiano, ma prima Cusin con una schiacciata e poi Thomas con una tripla danno il primo strappo alla gara (11-6). Avellino difende forte ed in attacco Ragland va a segno su assist di Cusin, Menetti chiama time out (13-6). Avellino tocca il +10 con la tripla di Leunen, per Reggio entra Kaukenas che segna subito in penetrazione. Rivede il campo Fesenko dopo un mese di stop. Il lungo biancoverde si presenta subito con un rimbalzo offensivo ed un 1/2 dalla lunetta, mentre Wright da il -7 alla Grissin Bon al 10’ (17-10). La Sidigas ricomincia da dove aveva lasciato, Fesenko segna con due schiacciate consecutive, mentre dall’altro lato gli ospiti trovano il canestro con Needham e Kaukenas, ma è ancora Avellino a condurre (21-15). Randolph s’iscrive a referto con due liberi, Aradori segna da tre, ma è ancora la Sidigas a trovare il canestro grazie all’alley oop Ragland – Cusin (25-18). Il play irpino segna in penetrazione e poi serve Fesenko, che va di gancio da dentro l’area (29-19). La Sidigas dilata il suo vantaggio grazie alla difesa, ma soprattutto grazie ai canestri di Ragland e di un ritrovato Fesenko, con Avellino che scappa sul +19 (36-23). Entra Cusin e subito segna da dentro l’area, mentre Polonara in penetrazione chiude il quarto con un canestro in penetrazione. Il periodo si chiude con Avellino avanti di 13 al 20’ (38-25). Cronaca dal sito della Società. Al ritorno in campo è subito De Nicolao a segnare in penetrazione, ma 5 punti consecutivi di Thomas danno il massimo vantaggio alla Scandone (43-27). Mini parziale della Grissin Bon, ma Logan con la tripla riporta la Sidigas a +14 (46-32). Polonara segna in contropiede, ma è Avelino con Fesenko, Logan e la tripla di Randolph che costringe Menetti al time out (53-34). Wright segna con la schiacciata rovesciata e Needham con la tripla. Fesenko, però, prima fa 2/2 dalla lunetta e poi da sotto (57-41). Aradori segna 5 punti consecutivi e la Sidigas chiude il quarto avanti di 11 (57-46). Reggio cerca di imporre il suo ritmo cercando di rientrare in partita, ma Avellino difende bene e trova buone soluzioni offensive con Zerini, Fesenko e Logan (64-46). Gli ospiti cercano una reazione e la trovano grazie alle triple di Kaukenas e Aradori, ma è ancora Fesenko a spezzare il ritmo della pallacanestro reggiana (66-54). Logan segna 5 punti consecutivi, Wright va a segno con la schiacciata, ma Ragland prima realizza in penetrazione e poi serve Cusin che schiaccia, e subito dopo lancia Logan per il +20 (78-58). Polonara e Wright segnano da tre e Ragland, prima di lasciare il campo per l’ovazione del pubblico, segna in penetrazione (80-64). Sacripanti da spazio a Parlato ed Esposito, ma è Green a chiudere il match con due liberi. Nell'altra sfida, la Umana Reyer Venezia ha "regolato" la The Flexx Pistoia, 84 -71. La serie play - off è cominciata (Venerdì 12) con la sconfitta interna della favorita Milano, EA7 Amportio Armani contro la Betaland Capo D'Orlando alla loro prima vittoria in questa fase post season (80-879; Altra partita dell'altra metà del tabellone: Dolomiti Energia Trentino - Banco di Sardegna Sassari 65 - 55- Oggi si replica mentre la Scandone, torna a giocare domani, ancora sul parquet di casa, alle ore 20.45, così anche la venezia - Pistoia.

- Redazione - Summonte - Data 14/05/2017 - Ora 09:43
1